Muore 5 giorni dopo aver partorito suo figlio

Unhappy Depressed Woman

Sta facendo il giro del mondo la triste e coraggiosa storia di Breanne Smaaslet, una giovane donna 22enne morta 5 giorni dopo aver dato alla luce suo figlio Sal. Purtroppo per il piccolo Sal, il destino ha voluto che un mese prima della morte della donna morisse anche il compagno, Adam. E così Sal, che ancora è troppo piccolo per comprendere quel che gli accade intorno, dovrà crescere senza entrambi i genitori.

La storia di Breanne

Breanne era affetta da un grave tumore, l’osteosarcoma. Negli anni il cancro si era esteso in maniera molto grave, toccando anche i polmoni. Nonostante ciò, Breanne non ha mai smesso di lottare e – terapia dopo terapia – ha pensato di vivere con qualche progetto di vita che si è poi concretizzato in quanto di più straordinario il destino possa riservare: un bimbo.

Breanne scopre infatti di essere incinta, e con Adam, di essere in attesa di un fantastico bambino. Proprio questa notizia ha contribuito a rafforzare il suo spirito, scegliendo di donare una nuova vita anche a costo della propria, e di esaudire il suo unico desiderio: abbracciare suo figlio prima di morire.

La nascita di Sal

Ebbene, con grande fatica, Breanne è riuscita a portare a termine la sua “missione“. Sal è infatti nato il giorno di Natale, prematuro, a 26 settimana di gravidanza. Cinque giorni dopo Breanne è volata in cielo, ma è riuscita a soddisfare il suo desiderio ed ha tenuto in braccio suo figlio, per pochi indimenticati giorni.

Una cosa sembra comunque certa: Sal ha certamente ereditato la forza e la tenacia della madre, ed ha superato la sua fase più delicata di vita. Ha dunque superato le criticità che erano proprie del suo essere prematuro, e sta crescendo in maniera molto incoraggiante. Alla nascita Sal pesava solamente 861 grammi, e il suo corpo aveva le dimensioni di una bottiglietta di acqua minerale.

Il futuro di Sal

Sal viene oggi affidato alle amorevoli cure di una zia di Breanne Smaaslet. La famiglia, ancor prima della nascita, aveva comunque istituto una pagina di raccolta fondi su Gofundme finalizzata a sostenere le cure della mamma. Con la scomparsa della donna, ora i fondi saranno destinati a supportare la crescita di Sal, visto e considerato che il bimbo potrebbe avere ancora bisogno di qualche cura speciale, come avviene per i piccoli prematuri.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati

per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici),

per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici)

e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).

Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Privacy Policy