Casa e Giardino

Come accorciare i pantaloni… senza toccare l’orlo!

Qualche rapido segreto per poter accorciare i vostri nuovi pantaloni senza dover necessariamente toccare l’orlo originale.

accorciare-i-pantaloni

Avete trovato un pantalone che fa al caso vostro e che non necessita di alcun aggiustamento? Ebbene, avete appena realizzato un vero e proprio miracolo, visto e considerato che nella stra grande maggioranza dei casi i pantaloni appena acquistati richiederanno delle modifiche su vita, cosce, e così via. Ad ogni modo, meglio affrontare queste sfide senza drammi: oggi vedremo, ad esempio, in che modo sia possibile accorciare i pantaloni senza toccare l’orlo. Curiose di sapere come?

I vantaggi

risvolti_dei_pantaloni

I vantaggi del metodo che abbiamo scovato sul web e che sotto vi riepiloghiamo sono numerosi. In primo luogo, riuscirete a farlo con grande praticità, senza dover necessariamente ricorrere alle abili mani di un sarto. In secondo luogo, riuscirete a farlo senza toccare l’orlo e, dunque, conservando i “bordi originali”: in questo modo nessuno si accorgerà del fatto che avete apportato delle modifiche al vostro nuovo capo di abbigliamento e il risultato sarà molto più apprezzabile!

Requisiti per accorciare i pantaloni senza toccare l’orlo

Prima di accorciare i nostri pantaloni senza interessare l’orlo, è necessario compiere un rapido giro in casa e assicurarsi di avere a portata di mano tutti gli strumenti che vi permetteranno di eseguire un lavoro davvero straordinario:

  1. macchina da cucire
  2. forbici
  3. ago e filo
  4. spilli
  5. ferro da stiro.

Come vedete, si tratta di strumenti abbastanza basilari, che probabilmente avete già a casa vostra. Se non avete la macchina da cucire, provate a contattare qualche amica: è possibile che possiate comunque reperirla in breve tempo, senza dover procedere al suo acquisto.

Cosa fare per accorciare i pantaloni?

Chiusa questa pagina di premessa, cerchiamo di comprendere in che modo poter effettuare le operazioni, in maniera semplice e senza errori, per poter arrivare alla definizione dei nostri nuovi pantaloni. Per prima cosa, non dovete far altro che indossarli e fissare con precisione il punto in cui desiderate che si fermi il vostro orlo (arrotondate per eccesso, con un centimetro in più rispetto alla misura conteggiata). Rimboccate quindi il vostro orlo allineando il segno preso con il punto in cui comincia l’orlo originale, e fermatelo con qualche spillo, praticando un’imbastitura che possa fungere da guida.

come-accorciare-i-pantaloni-senza-tagliare-orlo-2

Prendete ora la macchina da cucire, scegliete ago adatto al tessuto da cucire (robusto per i jeans, leggero per tessuti in cotone, e così via). Scegliete altresì il filo, optando per uno di colore identico a quello del tessuto, in maniera tale da rendere meno visibile il bordo dell’orlo. Infilate quindi la gamba del pantalone sotto il piedino della macchina da cucire, e posizionate l’impuntura praticata in corrispondenza dell’ago. Iniziate quindi a cucire entrambe le gambe e, quando avete finito, togliete il filo utilizzato per l’imbastitura e tagliate con le forbici la parte di pantalone che desiderate eliminare, lasciando sempre mezzo centimetro di stoffa vicino alla cucitura.watch full film Get Out 2017

Ripassate quindi con la macchina da cucinare tutto il bordo dell’orlo, e rigiratelo: avete appena accorciato i pantaloni mantenendo l’orlo originale. Distendete infine il tessuto e prendete il ferro da stiro, passandolo sull’orlo e schiacciando le cuciture.

Che ne pensate? Conoscete altri metodi più semplici per accorciare i pantaloni?

Previous ArticleNext Article